Un tempo a Tosina

Pelago, 23 luglio 2017

Tanto pubblico e tanta allegria durante la bella festa organizzata a Tosina, frazione di Pelago, dall’Associazione di Volontariato Perché No Borselli e dall’Associazione culturale La Leggera. Nell’antichissimo monastero Camaldolese, oggi di proprietà privata, hanno cantato i loro versi improvvisati Marco Betti, Franco Ceccarelli, Bruno Grassi, Filippo Marranci e Lorenzo Michelini.
Si è trattato di una gradevole passeggiata sul sentiero dei versi declinati con rigore e passione dai nostri poeti che hanno affrontato i vari temi suggeriti dal folto pubblico con piglio cavalleresco. Temi antichi e temi attuali. Dal tradizionalissimo Padrone e Contadino la discussione si è spostata sul contrasto tra Sindaco e Prete per tornare di nuovo al tradizionale donna grassa e donna secca fino all’attualissimo ius sanguinis versus ius soli con una capatina sul matrimonio tra coppie omosessuali e coppie eterosessuali. Non sono mancati gli stornelli, rigorosamente improvvisati anche quelli, e qualche salace battuta che spesso (ma non sempre!) condisce questo tipo di esibizione.

L’ottava rima, che mancava dalla Valdisieve da molti anni, ha richiamato molto pubblico attento e preparato al quale va il nostro plauso per la pazienza dimostrata nell’ascolto di quest’arte complessa, bella ma faticosa da seguire lungamente. Non si tratta infatti di una pratica destinata all’intrattenimento del pubblico quanto di una pratica solenne usata in passato per sottolineare particolari momenti nelle ritualità tradizionali (canto del maggio, befanate, matrimoni ecc.). Per alcuni si è trattato di una meravigliosa scoperta per altri di un tuffo in atmosfere lontane nel tempo.

Dopo la bella cena nello splendido chiostro la Fanfara della Leggera ha improvvisato una veglia a canto e a ballo molo partecipata da tutti i presenti e molto insidiosa per le gambe dei danzanti che hanno dovuto sfidare un’ispidissima “pista” in ghiaia che ci ha subito riportato alla mente la comodità della buina.



One thought on “Un tempo a Tosina

  1. Ho partecipato con piacere e tutto è stato molto bello al di là delle aspettative, ma bravi i ragazzi della associazione, bravi i musicisti, bravi i poeti che ormai conosciamo e che continuano ad intusiasmarci, bravi e brave le cuoche, un commento a parte per il bel progetto dell’ecomuseo e gli obiettivi che persegue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.