A veglia coi poeti

Ancora i poeti girano e si incontrano, si scontrano e si “accoppiano” in esilaranti contrasti faceti o in profondissime diasanime filosofiche.

L’improvvisazione poetica in ottava rima, che ancora oggi contraddistingue la Toscana, il Lazio, l’Umbria e l’Abruzzo, rappresenta un’antica forma di confronto tra le persone. Gli spettatori riuniti in cerchio attorno ai poeti suggeriscono i temi e ascoltano i loro versi improvvisati ma non solo: ci sarà pure chi, con la semplice maestria dell’esperienza, saprà narrare storie e personaggi singolari del mondo di ieri e di oggi. Non mancheranno musica e canti popolari.